Gli ordini effettuati dopo il 18 Dicembre potrebbero non essere consegnati entro Natale. Le consegne saranno sospese dal 21 Dicembre al 02 Gennaio 2020.

Aspettando la nuova campagna olearia: l’inolizione

II periodo che va da giugno a novembre è una continua emozione per noi produttori di olio extra vergine di oliva. In questi mesi infatti sono concentrate le maggiori attese e speranze per la raccolta delle olive. Dalla fioritura e allegagione si arriva alla fase attuale di inolizione, alla quale seguirà l’invaiatura e la completa maturazione delle olive.

Che cos'è l'inolizione?

Proprio in questo periodo di fine agosto e fino alla fine di settembre le olive cominciano ad accumulare in maniera progressiva e costante l’olio all’interno della polpa.

Questo processo è detto di inolizione che permette l’ingrandimento delle cellule del mesocarpo (polpa) in cui si accumulano piccole gocce d’olio che successivamente si aggregano e vengono “immagazzinate” nel vacuolo, l’organo cellulare destinato a questo scopo. 

Ovviamente come tutte le fasi di crescita del frutto le variabili che vanno ad influenzare un corretto sviluppo delle olive sono molteplici: condizioni climatiche, terreno, tipo di cultivar, età della pianta, quantità di frutti. Solo alla fine di settembre l’inolizione sarà conclusa e le olive inizieranno a cambiare colore che dal verde intenso passerà al rosso porpora entrando nella successiva fase dell’invaiatura e con la contemporanea sensibile diminuzione dell’inolizione.

Cosa determina la quantità di olive e la qualità dell’olio

E chiaro quindi che il processo di inolizione è una delle componente principali che determina la quantità di olive che verranno raccolte, la grandezza e la qualità dell'olio.

A questo punto non possiamo che aspettare con pazienza e confidare nel tempo, riponiamo in questi ultimi mesi le nostre speranze per un’ottima stagione olearia